Interior design e tecnologia: il rendering 3D

  • Autore: BREVIGLIERI MARCO
  • 16 ott, 2017
rendering 3D di una cucina

Il rendering 3D è una rappresentazione tridimensionale di un oggetto o di una struttura, utile ai non addetti ai lavori a comprendere meglio un progetto o il prodotto finale in via di realizzazione.

Quando si parla di interior design o di disegno industriale, chi non ha molta dimestichezza ed esperienza in questi campi, potrebbe avere qualche difficoltà a visualizzare un prodotto finito. Il rendering 3D interviene per facilitare questo processo con la resa grafica.

Essenziale negli studi di ingegneri e di architetti, il rendering è una tecnica il cui utilizzo è diventato all’ordine del giorno: infatti la resa grafica di un qualcosa che ancora non esiste è oggi possibile grazie alle più moderne tecnologie, che hanno compiuto passi da gigante anche nel settore dell’interior design, in particolare dal 1970 a oggi.

Dal modello tridimensionale al texturing

Grazie ad una descrizione matematica, tramite dati e informazioni fornite attraverso numeri e algoritmi, alcuni programmi specifici generano automaticamente una scena tridimensionale, che permette di visualizzare un oggetto o uno spazio su cui dei professionisti stanno lavorando.

Di comune utilizzo, il rendering 3D è l’ultimo passo della generazione grafica di un progetto, realizzata grazie a diversi software per professionisti che, negli anni, hanno introdotto anche questa opzione per una più completa visualizzazione del progetto da realizzare. Una volta realizzato il modello tridimensionale, si passa successivamente alla fase di texturing, la quale prevede l’applicazione virtuale dei vari materiali che si intende utilizzare e dell’illuminazione, sempre allo scopo di avere un primo effetto d’impatto globale del prodotto.

Uno strumento fondamentale per i designer d'interni

Nel mondo dell’interior design, il rendering 3D è estremamente utile: infatti è uno strumento che interviene in aiuto di architetti e designer, in quanto consente loro di avere un’idea più chiara e una visione concreta di cosa si andrà a creare o su cosa si interverrà con varie modifiche.

In particolare si rivela pratico soprattutto quando si tratta di raccontare al cliente finale la propria idea, specie se chi commissiona un progetto non è competente in materia: il progetto bidimensionale su carta, infatti, prende vita con il rendering 3D.

Grazie ai computer è quindi possibile oggi fare un tour della stanza che si ha intenzione di ristrutturare o oppure visualizzare l’oggetto di cui si progetta la realizzazione. I programmi di rendering sono per tali motivi una risorsa preziosa per i professionisti specializzati in design, uno strumento amico capace di generare un’immagine artificiale realistica a partire da modelli tridimensionali elaborati con appositi programmi.

Autore: BREVIGLIERI MARCO 06 nov, 2017

Il pavimento è oggi un vero e proprio complemento d’arredo delle nostre case e, in quanto tale, merita la dovuta cura e particolari attenzioni.

Al momento dell’acquisto o della ristrutturazione di un appartamento è bene optare per un pavimento realizzato con materiale specifico, che rispecchi i nostri gusti e si sposi con il resto dei mobili e dei complementi che scegliamo o possediamo.

Tra i modelli più belli ed eleganti non possiamo non menzionare i pavimenti speciali in marmo, pietre e mosaici. Questi richiedono tuttavia particolari cure, specie quando si parla di pulizia e di mantenimento.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 16 ott, 2017

Il rendering 3D è una rappresentazione tridimensionale di un oggetto o di una struttura, utile ai non addetti ai lavori a comprendere meglio un progetto o il prodotto finale in via di realizzazione.

Quando si parla di interior design o di disegno industriale, chi non ha molta dimestichezza ed esperienza in questi campi, potrebbe avere qualche difficoltà a visualizzare un prodotto finito. Il rendering 3D interviene per facilitare questo processo con la resa grafica.

Essenziale negli studi di ingegneri e di architetti, il rendering è una tecnica il cui utilizzo è diventato all’ordine del giorno: infatti la resa grafica di un qualcosa che ancora non esiste è oggi possibile grazie alle più moderne tecnologie, che hanno compiuto passi da gigante anche nel settore dell’interior design, in particolare dal 1970 a oggi.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 19 set, 2017

Nel momento in cui si decide di ristrutturare casa, una delle scelte più complicate riguarda i pavimenti e i materiali da utilizzare.

Se qualche decina di anni fa si trattava semplicemente di una comune superficie, oggi il pavimento è un vero e proprio elemento di design, di cui si valutano le caratteristiche estetiche e in relazione al resto dell’arredamento. Tra i materiali più utilizzati per la pavimentazione troviamo il legno e la ceramica, ciascuno dei quali è dotato di determinate peculiarità, e necessita di specifiche cure e attenzioni.

Per tale motivo è meglio valutare i bene pro e contro di tali materiali in relazione al tipo di ambiente prima della scelta definitiva.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 16 ago, 2017
Il bagno è l’ambiente della casa dedicato al relax e al benessere, per antonomasia. Qualunque sia il suo stile, dal più moderno al più classico, dovrà essere elegante e confortevole al tempo stesso. Anche i sanitari sono diventati dei veri e propri oggetti di design e, grazie alle tecnologie contemporanee, uniscono stile e funzionalità.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 06 lug, 2017
Quando si tratta di scegliere i pavimenti per la propria casa, è fondamentale orientarsi su una soluzione che sia in linea con le ultime tendenze, ma che al tempo stesso non stanchi con il passare del tempo. Il 2017, fortunatamente, ci propone varie tendenze che con ogni probabilità sono destinate a rimanere in primo piano per diversi anni.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 27 giu, 2017

Le ultime tendenze nell’ambito dei pavimenti privilegiano il gres, una particolare ceramica disponibile in moltissime finiture, e in grado di imitare in modo realistico il legno, il marmo e la pietra naturale. Anche il parquet continua a essere tra le scelte più diffuse, grazie alla sua intramontabile capacità di donare calore a qualsiasi ambiente.

Pulire questi pavimenti “speciali” non è difficile: se si utilizzano prodotti appositi e si scelgono materiali di qualità, la superficie rimarrà sempre impeccabile.
Share by: