Pavimenti in ceramica e in legno a confronto

  • Autore: BREVIGLIERI MARCO
  • 19 set, 2017
contronto di un pavimento in legno e uno in ceramica

Nel momento in cui si decide di ristrutturare casa, una delle scelte più complicate riguarda i pavimenti e i materiali da utilizzare.

Se qualche decina di anni fa si trattava semplicemente di una comune superficie, oggi il pavimento è un vero e proprio elemento di design, di cui si valutano le caratteristiche estetiche e in relazione al resto dell’arredamento. Tra i materiali più utilizzati per la pavimentazione troviamo il legno e la ceramica, ciascuno dei quali è dotato di determinate peculiarità, e necessita di specifiche cure e attenzioni.

Per tale motivo è meglio valutare i bene pro e contro di tali materiali in relazione al tipo di ambiente prima della scelta definitiva.

Pavimenti in legno per un ambiente caldo e accogliente

I pavimenti in legno laminato o i listoni di parquet sono ampiamente utilizzati negli ambienti domestici, sebbene si tratti di un materiale che richiede cure. In grado di conferire immediatamente un aspetto e un clima caldo all’intero ambiente, il parquet ha anche svariati difetti, i quali sono da valutare prima di optare per questo tipo di pavimento.

In quanto materiale ‘vivo’, il legno ha bisogno di una manutenzione precisa e attenta: soggetto al rischio costante di graffi, una volta posato entra infatti in contatto con la luce e l’aria degli ambienti della casa, e conseguentemente va incontro a un cambiamento di colore leggero.

Umidità e cambi di temperature influiscono inoltre sulla superficie, modificandone l’aspetto estetico e, talvolta, anche la forma: infatti la presenza d’umido può influire sul volume delle tavole, che possono gonfiarsi o restringersi anche una volta installato. Una soluzione al problema è il montaggio di un parquet multistrato, che limita gli effetti dovuti alla variazione di umidità e temperatura.

Pavimenti in ceramica, ideali per bagni e cucine

I pavimenti in ceramica sono invece costituiti da sottili lastre di questo materiale, spesso utilizzato anche per la decorazione delle pareti, principalmente di ambienti quali cucina e bagno.

Le piastrelle impiegate per la realizzazione dei pavimenti in ceramica possono essere estremamente diverse tra loro, a seconda delle dimensioni, della topologia di superficie, della fabbricazione e delle materie prime scelte. Estremamente resistenti, i pavimenti in ceramica sono anch’essi un elemento di design delle case di oggi, grazie alle differenze di colore, di grafica e di effetto che si conferisce con la lavorazione. Un esempio a livello estetico, che riflette anche una caratteristica della ceramica, è la superficie smaltata.

Quando rivestiti da uno strato vetroso, i pavimenti in ceramica sono molto più resistenti agli urti e impermeabili, e possono presentare colorazioni diverse e vari effetti.

Quando sono prive dello smalto, le piastrelle risultano essere invece meno resistenti e si sporcano più facilmente.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 16 ott, 2017

Il rendering 3D è una rappresentazione tridimensionale di un oggetto o di una struttura, utile ai non addetti ai lavori a comprendere meglio un progetto o il prodotto finale in via di realizzazione.

Quando si parla di interior design o di disegno industriale, chi non ha molta dimestichezza ed esperienza in questi campi, potrebbe avere qualche difficoltà a visualizzare un prodotto finito. Il rendering 3D interviene per facilitare questo processo con la resa grafica.

Essenziale negli studi di ingegneri e di architetti, il rendering è una tecnica il cui utilizzo è diventato all’ordine del giorno: infatti la resa grafica di un qualcosa che ancora non esiste è oggi possibile grazie alle più moderne tecnologie, che hanno compiuto passi da gigante anche nel settore dell’interior design, in particolare dal 1970 a oggi.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 19 set, 2017

Nel momento in cui si decide di ristrutturare casa, una delle scelte più complicate riguarda i pavimenti e i materiali da utilizzare.

Se qualche decina di anni fa si trattava semplicemente di una comune superficie, oggi il pavimento è un vero e proprio elemento di design, di cui si valutano le caratteristiche estetiche e in relazione al resto dell’arredamento. Tra i materiali più utilizzati per la pavimentazione troviamo il legno e la ceramica, ciascuno dei quali è dotato di determinate peculiarità, e necessita di specifiche cure e attenzioni.

Per tale motivo è meglio valutare i bene pro e contro di tali materiali in relazione al tipo di ambiente prima della scelta definitiva.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 16 ago, 2017
Il bagno è l’ambiente della casa dedicato al relax e al benessere, per antonomasia. Qualunque sia il suo stile, dal più moderno al più classico, dovrà essere elegante e confortevole al tempo stesso. Anche i sanitari sono diventati dei veri e propri oggetti di design e, grazie alle tecnologie contemporanee, uniscono stile e funzionalità.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 06 lug, 2017
Quando si tratta di scegliere i pavimenti per la propria casa, è fondamentale orientarsi su una soluzione che sia in linea con le ultime tendenze, ma che al tempo stesso non stanchi con il passare del tempo. Il 2017, fortunatamente, ci propone varie tendenze che con ogni probabilità sono destinate a rimanere in primo piano per diversi anni.
Autore: BREVIGLIERI MARCO 27 giu, 2017

Le ultime tendenze nell’ambito dei pavimenti privilegiano il gres, una particolare ceramica disponibile in moltissime finiture, e in grado di imitare in modo realistico il legno, il marmo e la pietra naturale. Anche il parquet continua a essere tra le scelte più diffuse, grazie alla sua intramontabile capacità di donare calore a qualsiasi ambiente.

Pulire questi pavimenti “speciali” non è difficile: se si utilizzano prodotti appositi e si scelgono materiali di qualità, la superficie rimarrà sempre impeccabile.
Share by: